PIERO BOLLA, Pigmenta et scripta manent, mostra Cuneo complesso Monumentale San Francesco

BodyPart (1)Presso gli spazi del complesso Monumentale San Francesco, Cuneo ospita dal 30 aprile al 25 maggio un’ampia personale  dedicata al pittore e scultore Piero Bolla (Saluzzo, 1933), curata da Sergio Anelli e Piero Arese. Oltre 40 opere, tra quadri e sculture, eseguite tra il 1977 e il 2014 e distribuite in mostra lungo un originale percorso espositivo concepito dall’artista.


Nato a Saluzzo nel 1933, Piero Bolla è stato protagonista di numerose personali e collettive in Musei e Gallerie di tutto il Mondo, nonché di rassegne internazionali come la Biennale di Venezia e la Quadriennale di Roma.
Il suo lavoro è stato oggetto di attenzioni da parte di critici e intellettuali come Umberto Eco, Gillo Dorfles e Achille Bonito Oliva, che firma il saggio critico di presentazione della mostra e che così introduce l’opera dell’artista:
«Piero Bolla opera su un ventaglio di stili, sempre sostenuto da una perizia tecnica e da un’idea dell’arte che cerca dentro di sé i motivi della propria esistenza. Tali motivi consistono nel piacere di una pittura finalmente sottratta alla tirannia della novità e anzi affidata alla capacità di utilizzare diverse“maniere”per arrivare all’immagine».

Lo stesso Bonito Oliva sarà protagonista di una conferenza sul lavoro di Bolla, che si terrà negli spazi della mostra il 6 maggio alle 18.
(29/04/2014)

BodyPart (2)
 

BodyPart(5)PIERO BOLLA, “Pigmenta et scripta manent”

Complesso Monumentale di San Francesco  
Via Santa Maria n. 10 Cuneo
30 aprile – 25 maggio 2014
ORARI:
martedì 29 aprile: inaugurazione ore 18.00
2 maggio - 25 maggio:
martedì, giovedì, venerdì e domenica: 16.00 - 19.00
sabato: 10.30 - 13.00 e 16.00 - 19.00
lunedì e mercoledì chiuso
mercoledì 30 aprile: 16.00 - 19.00
giovedì 1° maggio: chiuso

Didascalie immagini:

1. La stanza di John Cage, 2000 - 732 x 200 - pigmenti su legno;
2. L'ombra dell’attore, 1981 - 260 x 278 - pigmenti su laminato;
3. Querelle, 2004 - 300 x 130 x 60 - giornali, scotch, pigmenti e legno.

Torna alla lista        Stampa