BodyPart (1)Presso gli spazi del complesso Monumentale San Francesco, Cuneo ospita dal 30 aprile al 25 maggio un’ampia personale  dedicata al pittore e scultore Piero Bolla (Saluzzo, 1933), curata da Sergio Anelli e Piero Arese. Oltre 40 opere, tra quadri e sculture, eseguite tra il 1977 e il 2014 e distribuite in mostra lungo un originale percorso espositivo concepito dall’artista.


Nato a Saluzzo nel 1933, Piero Bolla è stato protagonista di numerose personali e collettive in Musei e Gallerie di tutto il Mondo, nonché di rassegne internazionali come la Biennale di Venezia e la Quadriennale di Roma.
Il suo lavoro è stato oggetto di attenzioni da parte di critici e intellettuali come Umberto Eco, Gillo Dorfles e Achille Bonito Oliva, che firma il saggio critico di presentazione della mostra e che così introduce l’opera dell’artista:
«Piero Bolla opera su un ventaglio di stili, sempre sostenuto da una perizia tecnica e da un’idea dell’arte che cerca dentro di sé i motivi della propria esistenza. Tali motivi consistono nel piacere di una pittura finalmente sottratta alla tirannia della novità e anzi affidata alla capacità di utilizzare diverse“maniere”per arrivare all’immagine».

Lo stesso Bonito Oliva sarà protagonista di una conferenza sul lavoro di Bolla, che si terrà negli spazi della mostra il 6 maggio alle 18.
(29/04/2014)

BodyPart (2)
 

BodyPart(5)PIERO BOLLA, “Pigmenta et scripta manent”

Complesso Monumentale di San Francesco  
Via Santa Maria n. 10 Cuneo
30 aprile – 25 maggio 2014
ORARI:
martedì 29 aprile: inaugurazione ore 18.00
2 maggio - 25 maggio:
martedì, giovedì, venerdì e domenica: 16.00 - 19.00
sabato: 10.30 - 13.00 e 16.00 - 19.00
lunedì e mercoledì chiuso
mercoledì 30 aprile: 16.00 - 19.00
giovedì 1° maggio: chiuso

Didascalie immagini:

1. La stanza di John Cage, 2000 - 732 x 200 - pigmenti su legno;
2. L'ombra dell’attore, 1981 - 260 x 278 - pigmenti su laminato;
3. Querelle, 2004 - 300 x 130 x 60 - giornali, scotch, pigmenti e legno.