A Forlì, presso i Musei di San Domenico è in corso sino al 23 giugno prossimo la mostra dedicata a Piero della Francesca.

Frutto di una collaborazione tra Fondazione Cassa dei Risparmio di Forlì e l’amministrazione Comunale, la mostra intitolata Piero della Francesca Indagine su un mitopropone un cospicuo nucleo di opere del maestro a confronto con altri grandi del Rinascimento come Domenico Veneziano, Paolo Uccello, Andrea del Castagno, Filippo Lippi, Beato Angelico, Fra Carnevale, Luca Signorelli ed altri ancora.

A capo di un Comitato scientifico di tutto rispetto, Antonio Paolucci ha spiegato più volte, insieme ai curatori Daniele Benati e Fernando Mazzocca, il carattere originale del percorso espositivo, vale a dire documentare –grazie alla straordinaria presenza di 250 capolavori- l’influsso di Piero sugli artisti del suo tempo e la permanenza del suo mito nella cultura figurativa del XX secolo.

Le opere di Francesco del Cossa, Marco Zoppo, Melozzo da Forlì, Giovanni Bellini si alternano - nell’indagine voluta dagli organizzatori- a quelle degli artisti delle generazioni successive, esplorando il “genio” di Piero attraverso l’influenza che ha esercitato nei maestri moderni, a partire dai macchiaioli italiani, sino agli artisti europei del novecento: da Johann Anton Ramboux sino a Roger Fry,  non tralasciando ovviamente anche impressionisti alla Degas e postimpressionisti. Il testimone novecentesco dell’artista è affidato a pittori come De Chirico, Carrà, Morandi, mentre tra gli stranieri vengono compaiono  Bhaltus e Hopper ed altri ancora.

La ricca esposizione composta di manuali, acquarelli, dipinti su supporti di vario genere si articola in tredici sezioni perfettamente integrate in un percorso originale ma unitario. Una sezione, precisamente la quinta, intitolata il ritorno a Piero tra critica e arte, comprende una serie di volumi provenienti dalla Fondazione Roberto Longhi su Piero della Francesca e la sua arte. 

L’iniziativa museale ha voluto abbracciare anche temi sociali come la solidarietà, ponendosi l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico sul valore della ricerca scientifica in particolare a favore della lotta contro il cancro che colpisce i bambini. Una parte del prezzo del biglietto sarà devoluta infatti all’iniziativa la Fabbrica del Sorriso.
La Fondazione Mediafriends che sosterrà quattro importanti progetti di ricerca sul cancro si affida alla sensibilità dei visitatori della mostra per sostenere in parte i propri progetti.
 

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI MOSTRA
tel. 199.15.11.34
riservato gruppi e scuole
tel. 0543.36217
mostrapierodellafrancesca@civita.it
www.mostrapierodellafrancesca.com
ORARIO CALL CENTER
dal lunedì al venerdì: 9.00-18.00
sabato: 9.00-12.00, chiuso nei festivi
ORARIO DI VISITA
da martedì a venerdì: 9.30-19.00
sabato, domenica, giorni festivi:
9.30-20.00.
Lunedì chiuso
28 marzo e 25 aprile apertura straordinaria.

 

Torna alla lista        Stampa