Il sistema delle arti nel territorio delle ville tuscolane

di
Maria Barbara GUERRIERI BORSOI
Saggio introduttivo di Marcello Fagiolo
Gangemi Editore 2016

Presentazione
MERCOLEDì 16 novembre alle ore 17
Sala Convegni di Gangemi Editore, via Giulia 142, Roma.
Introduce Marcello Fagiolo.
Intervengono Mario Bevilacqua, Anna Lo Bianco, Alessandro Zuccari.

 

 Il libro studia un territorio e alcune delle sue emergenze più significative: gli edifici con le decorazioni interne, il passato con i suoi resti, la terra con le sue colture.

 

L’uomo ha modellato questo habitat felice. I giardini si incastrano tra la campagna e le ville, le dimore grandeggiano intorno alla città, le strade scorrono tra ruderi e casali.
Guardiamo questo mondo attraverso le immagini antiche, le parole di chi ci ha vissuto o lo ha visitato, i documenti che risarciscono la memoria perduta.
L’arte prende molte forme diverse, dall’architettura costruita a quella intagliata nel corpo vivo della natura, dai mascheroni scolpiti nella roccia alle statue raffinate, dai disegni ai dipinti.
Storia e natura, arte e natura. Non si è voluto scegliere: abbiamo voluto vedere insieme, fondere.
 
 




Maria Barbara Guerrieri Borsoi  Dottore di Ricerca in Storia dell’arte

ha concentrato un’ampia parte della sua produzione scientifica recente sullo studio delle ville tuscolane, dedicando ad esse quattro volumi (l’ultimo da lei curato con saggi di illustri studiosi) in questa stessa collana, nonché numerosi contributi scientifici in riviste specializzate.

Più in generale ha realizzato molti studi su molteplici aspetti dell’arte romana, dal tardo Manierismo al Settecento, con particolare riferimento al mecenatismo e al collezionismo, a molteplici personalità artistiche, soprattutto di pittori, e a complessi monumentali e decorativi di significativo interesse.

 

 

Torna alla lista        Stampa