Gio Pomodoro_Contatti tenaglia_1970(1)Il superbo palcoscenico del Parco del Castello di Racconigi, una delle Regge Sabaude più belle e meglio conservate, accoglie la Biennale Internazionale di Scultura, intitolata “Pensare lo spazio. Dialogo tra natura e immaginazione”, a cura di Claudio Cerritelli. Sino al 13 ottobre saranno esposte 62 sculture monumentali, opera di artisti provenienti da Italia, Spagna, Germania.

Appartenenti a più generazioni, gli scultori selezionati sono rappresentativi di indirizzi di stile e linguaggio marcatamente diversificati, in grado di restituire un’immagine adeguatamente articolata delle ricerche che caratterizzano la scultura degli ultimi decenni.
Negli ambienti sottostanti la serra della Margaria è esposta una sezione storica, nella quale viene presentata una scelta di lavori realizzati da alcune fra le principali personalità attive nel secondo dopoguerra in Italia. Si tratta di Angelo Bozzola, Carmelo Cappello, Andrea Cascella, Sandro Cherchi, Pietro Consagra, Agenore Fabbri, Michele Festa, Quinto Ghermandi, Umberto Mastroianni, Umberto Milani, Augusto Perez, Pierluca, Giò Pomodoro e Vittorio Tavernari.

Armin Goeringer_Mammutt_2010_legno_4,00x100x100 cmL’allestimento delle opere nel grandioso spazio verde di Racconigi instaura evidentemente, di per sé, un dialogo serrato tra l’ambiente naturale e l’opera dell’ingegno umano che vi si colloca, sollecitando negli artisti, nei curatori e non ultimo nel pubblico, la ricerca di un rapporto felicemente interattivo fra le due polarità, di volta in volta connotato da fusione, equilibrio, tensione o perfino contrasto, secondo un’ispirazione comunque rispondente alla classica endiadi natura-cultura.
Il parco della Reggia si trasforma, così, in un grande e sorprendente set in cui si alternano lavori assai diversi per carattere, concezione, materiali e significato, secondo le risposte peculiari di ciascun artista alle sollecitazioni del contesto naturale.
L’allestimento curato da Riccardo Cordero esalta la varietà e la ricchezza del Parco, vincitore nel 2010 del premio  “Parco più bello d’Italia”.
 
La rappresentativa italiana alla Biennale Internazionale di Scultura a Racconigi è composta dai seguenti artisti: Sergio Alberti, Italo Antico, Gabriella Benedini, Giuseppe Bergomi, Enzo Bersezio, Alessandra Bonoli, Giovanni Campus, Angelo Casciello, Nino Cassani, Ettore Consolazione, Nello Finotti, Sergio Floriani, Massimo Ghiotti, Roberto Lanaro, Italo Lanfredini, Piera Legnaghi, Umberto Mariani, Eliseo Mattiacci, Franco Mazzucchelli, Igor Mitoraj, Marcello Morandini, Giuseppe Pirozzi, Graziano Pompili, ValerioRighini, Davide Scarabelli, Paolo Schiavocampo, Mauro Staccioli, Antonio Trotta, Sergio Zanni, Nane Zavagno.

Igor Mitoraj_Gambe alate_bronzo_2002Gli scultori spagnoli invitati sono Vicente Baron Linares, Lluis Cera, Ramon De Soto, Natividad Navalon, Miquel Navarro, Jaume Pensa, Rablaci, Susana Solano, Mar Solis.
Il nucleo degli artisti tedeschi, infine, comprende Jörg Bach, Ingrid Hartlieb, Jürgen Knubben, Armin Göhringer, Johannes Pfeiffer, Werner Pokorny, Klaus Prior, Robert Schad, Hartmut Stielow.
Lu.Bo., 26/06/2013

Didascalie immagini:
1. Giò Pomodoro
, Contatti tenaglia, 1970;
2. Armin Goeringer, Mammutt , 2010, legno, cm. 400x100x100;
3. Igor Mitoraj, Gambe alate, bronzo, cm. 473x238x215, 2002;


BIENNALE DI SCULTURA, RACCONIGI 2013
Pensare lo spazio. Dialogo tra natura e immaginazione

A cura di Claudio Cerritelli
Real Castello di Racconigi,
Via Morosini, 1 - Racconigi (CN)
16 giugno - 13 ottobre 2013
Dal martedì alla domenica ore 10 - 19

Info:
Tel. +39. 0172.84055

www.ilcastellodiracconigi.it
sbap-to.racconigi@beniculturali.it

Torna alla lista        Stampa