Il mestiere delle armi e della diplomazia dei Farnese – Caserta, dal 23 ottobre 2013 al 6 gennaio 2014

Spolverini_Ilario_Francesco Farnese e Ulisse Gozzadini_Caserta_ReggiaIlario Giacinto Mercanti, detto Spolverini, è stato pittore di corte dei Farnese all’inizio del XVIII secolo. Attivo nel Ducato di Parma e Piacenza tra le fine del Seicento e il primo trentennio del Settecento, lo Spolverini fu specialista nella rappresentazione di battaglie, genere i cui canoni egli apprese presso l’atelier di Francesco Monti, meglio noto come Brescianino delle Battaglie.

Tra gli incarichi più prestigiosi ricevuti dalla famiglia ducale bisogna annoverare la serie di tele realizzata per magnificare i fasti farnesiani in occasione delle nozze di Elisabetta (1692-1734) con Filippo V di Spagna, celebrate a Parma il 25 agosto del 1714. Una ventina di dipinti, di vari formati, fu destinata a documentare le fasi del rito. Ilario Spolverini eseguì il lavoro verosimilmente nel quinquennio successivo al matrimonio, dando prova di felice abilità cronistica.

Spolverini_Ilario_Il vescovo e il clero di Parma_rendono omaggio a Elisabetta_Caserta_ReggiaUna parte della serie dei cosiddetti “Fasti di Elisabetta” è finita nelle collezioni di Carlo di Borbone (1716-1788), quando il sovrano ottenne il Ducato di Parma e Piacenza (1731). Trasferito poi alla Reggia di Caserta nel 1859, il nucleo viene oggi presentato in una mostra curata da Vega de Martini e allestita presso lo straordinario palazzo vanvitelliano. Accanto alle storie narrate dallo Spolverini, l’itinerario casertano propone anche alcuni Ritratti di Elisabetta eseguiti da Giovanni Maria Delle Piane, detto il Mulinaretto, che la principessa considerava suo ritrattista di fiducia.

Alonso Sánchez Coello_Ritratto di Alessandro Farnese nell'armatura_Parma_Galleria NazionaleSpolverini_Ilario_Alessandro Farnese a cavallo_Caserta_Reggia(1)L’esposizione, inoltre, intende commemorare la figura di Alessandro Farnese, condottiero al servizio degli spagnoli, che diede lustro alla dinastia nel corso del Cinquecento.
Il profilo del comandante dell’Armata delle Fiandre è ricostruito attraverso un piccolo gruppo di immagini elaborate verso la fine del XVI secolo da Jean-Baptiste De Saive (1540ca-1624) e Alonso Sánchez Coello (1531-1588), nonché da alcune tele dello stesso Spolverini. A queste opere si aggiunge la presenza di una grande tela proveniente dai Musei Civici di Piacenza (Alessandro Farnese in trono accoglie una supplica alla presenza della Fede): il dipinto è attribuito a Sebastiano Ricci (1659-1734), che fu impegnato a Piacenza alla fine degli anni Ottanta del Seicento.

A completare la rassegna saranno presentate diverse Battaglie, alcune delle quali dovute allo stesso Spolverini, talune armature appartenute ad Alessandro Farnese, medaglie commemorative e volumi antichi dedicati alle vicende della casata.
    (F. So, 19/10/2013)

 

Ricci_Sebastiano(attr_)_Alessandro Farnese in trono_Piacenza_Museo Civico(part_)Il mestiere delle armi e della diplomazia: Alessandro ed Elisabetta Farnese nelle collezioni del Real Palazzo di Caserta

Caserta Palazzo Reale – Appartamenti Storici
dal 23 ottobre 2013 al 6 gennaio 2014

Orario: 8.30 – 19.30. Chiuso il martedì
Biglietti:
appartamenti storici+parco+mostre 13,80 €
appartamenti storici+mostre 10,80 €

Info: 0823 448084;
www.reggiadicaserta.beniculturali.it


Didascalie delle immagini
1. Ilario Mercanti detto Spolverini (Parma, 1657 – Piacenza, 1734), Incontro del Duca Francesco Farnese con il Cardinale Ulisse Gozzadini, legato del Papa per le nozze di Elisabetta (Fasti di Elisabetta Farnese), Caserta Palazzo Reale
2. Ilario Mercanti detto Spolverini, Il Vescovo ed il Clero di Parma rendono omaggio ad Elisabetta alla porta del Duomo (Fasti di Elisabetta Farnese), Caserta Palazzo Reale
3. Alonso Sánchez Coello (Benifayó, 1531 – Madrid, 1588), Ritratto di Alessandro Farnese, Parma Galleria Nazionale
4. Ilario Mercanti detto Spolverini, Alessandro Farnese a cavallo, avanti una Città, Caserta Palazzo Reale
5. Sebastiano Ricci (attr.) (Belluno, 1659 – Venezia, 1734), Alessandro Farnese in trono accoglie una supplica alla presenza della Fede, Piacenza Museo Civico







Torna alla lista        Stampa