LATE TURNER: PAINTING SET FREE, mostra Tate Britain, Linbury Galleries, Londra

image_1Late Turner – Painting Set Free è la prima grande mostra intenta ad esplorare in profondità le opere realizzate da Turner (Londra, 1775–1851) durante l’ultimo quindicennio di vita e di attività creativa, durante il quale egli realizzò alcuni dei suoi dipinti più straordinari. La rassegna prende le mosse dall'anno 1835 e arriva sino ai lavori estreme di Turner, evidenziando la qualità pittorica e l'altezza poetica che caratterizza il periodo tardo dell'artista attraverso circa 150 opere provenienti da musei di tutto il mondo.


La mostra aspira a gettare una nuova luce sulle radicali innovazioni tecniche e procedurali sviluppate da Turner durante questa fase ancora pienamente fertile del suo lavoro, ed include dipinti emblematici come Roma antica: Agrippina sbarca con le ceneri di Germanico, del 1839 (Tate), Boe per la segnalazione di un naufragio, del 1849 (National Museums Liverpool) e Heidelberg: Tramonto, circa 1840 (Manchester City Galleries). Pur mantenendo sempre viva la sua passione per l'osservazione della natura, Turner al contempo seppe rappresentare con un speciale energia le evoluzioni sociali, tecnologiche e scientifiche della vita moderna, come dimostra Pioggia, vapore e velocità - La Great Western Railway, del 1844 (National Gallery di Londra).

image_4Nella sua maniera tarda, Turner elaborò uno stile e una tecnica completamente peculiari, spesso lasciando intenzionalmente le sue realizzazioni ambiguamente in bilico tra finito e non finito, come testimoniano per esempio le rielaborazioni a olio di soggetti originariamente pubblicati come incisioni nel suo Liber Studiorum.
In particolare saranno esposti insieme per la prima volta nella mostra della Tate i nove dipinti su tela quadrata portati a termine da Turner nei suoi ultimi anni, in una sala loro specificamente dedicata. Le tele quadrate furono le opere più controverse del pittore, suscitando le decise riserve della critica e persino da parte di Ruskin, fervente ammiratore di Turner, che descrisse nel 1846 questi dipinti come "rivelatori di un disturbo mentale". L'esposizione del gruppo delle tele quadrate è stata resa possibile dai prestiti di Glauco e Scilla (Kimbell Art Museum, Fort Worth) e de L'alba della Cristianità (Ulster Museum, Belfast) entrambi del 1841.

image_6Late Turner – Painting Set Free
è curata da Sam Smiles, docente di Storia dell'arte e cultura visiva alla Exeter University, e David Blayney Brown, curatore del Manton of British Art 1790–1850, Tate Britain, con la collaborazione di Amy Concannon, assistente curatrice della Tate Britain. La mostra, accompagnata da un catalogo esaustivo edito da Tate Publishing, sarà in seguito presentata negli Stati Uniti, dapprima al J. Paul Getty Museum di Los Angeles (24 febbraio – 24 maggio 2015) e poi al de Young Museum di San Francisco (20 giugno – 20 settembre 2015).
14/09/2014

LATE TURNER: PAINTING SET FREE
10 settembre 2014 – 25 gennaio 2015
Tate Britain, Linbury Galleries


Didascalie immagini:
1. Light and Colour (Goethe’s Theory) – The Morning after the Deluge –
Moses Writing the Book of Genesis
, exhibited 1843
Olio su tela, cm. 78,7 x 78,7
Painting Tate. Accepted by the nation as part of the Turner Bequest 1856.
2. Rain, Steam, and Speed – The Great Western Railway, 1844
© The National Gallery, London
3. Modern Rome - Campo Vaccino 1839
Oil on canvas, The J. Paul Getty Museum


 

Torna alla lista        Stampa