La vostra materia preferita è Storia dell'Arte? La vostra vacanza ideale coincide con un weekend in un centro storico e il vostro passatempo preferito è visitare musei? E fatemi indovinare... Conoscete Piero ed Alberto Angela fra i più grandi divulgatori di storia e arte? Bene, allora siete proprio dei veri appassionati!
L'Italia è un po' la culla della cultura occidentale. Non c'è da stupirsi, quindi, se le nostre università pullulino di corsi di laurea riguardanti la gestione del patrimonio artistico. Ma quale tra gli atenei del Bel Paese offre il percorso di studi più valido? Per rispondere oggettivamente a questa domanda, è necessario avvalersi delle classifiche del Censis. In particolare, viene presa in esame l'edizione 2017/2018 relativa alla didattica degli Atenei statali, valutata sulla base di progressione di carriera e rapporti internazionali. I corsi di laurea analizzati sono quelli triennali e il gruppo disciplinare di appartenenza è quello letterario-umanistico. Quest'ultimo si esplicita in arti figurative, della musica, dello spettacolo, conservazione e restauro, lettere, storia, filosofia e beni culturali.
Vediamo ora nello specifico le cinque università che, secondo il Censis, offrono i migliori corsi di laurea (triennale) in Storia dell'Arte.
Università degli Studi di Ferrara
Al primo posto della classifica troviamo l'ateneo ferrarese, con un punteggio generale di 101,5. La progressione di carriera è stata valutata 93 punti, mentre i rapporti internazionali ben 110. Il corso di studio a cui si fa riferimento è quello in Lettere, Arti e Archeologia. Dopo un primo anno comune, gli studenti possono scegliere tra due percorsi: Letteratura e Lingua oppure Archeologia e Arti. Quest'ultimo prevede la specializzazione in studi artistici, musicologici e archeologici, e offre una preparazione a 360 gradi sulla Storia dell'Arte, dall'Antichità all'Età Contemporanea.


Università degli Studi di Macerata
Medaglia d'argento per l"Università di Macerata, che conquista 98,5 punti totali. Un punteggio di 90 è stato assegnato alla progressione di carriera, mentre 107 ai rapporti internazionali. L'UniMC offre un corso di laurea triennale in Beni Culturali e Turismo. Il percorso didattico si sviluppa nel campo dei beni storici, artistici, archeologici, archivistici e ambientali. Inoltre, viene fornita un'adeguata preparazione anche in ambito socio-economico, manageriale e giuridico, con riferimento alla gestione del patrimonio.

Università di Bologna
Rientra sul podio l'Alma Mater bolognese, con 97,5 di punteggio generale. Ottima la progressione di carriera, che si aggiudica ben 105 punti, mentre leggermente più bassi i rapporti internazionali (90 punti). L'Università del capoluogo emiliano gode di un'importante Scuola di Lettere e Beni Culturali. Al suo interno sono presenti i più svariati corsi, da Arti Visive ad Archeologia, da Filosofia a Storia. Naturalmente, UniBo offre anche una laurea triennale in Beni Culturali, la cui didattica, tuttavia, si svolge nella succursale di Ravenna. Il piano di studi è molto flessibile, il che permette di scegliere a quale periodo artistico avvicinarsi maggiormente.


Università degli Studi di Pavia

Conquista la quarta posizione l'Università di Pavia, a cui sono stati attribuiti 96,5 punti totali. La progressione di carriera e i rapporti internazionali guadagnano rispettivamente 106 e 87 punti. L'ateneo pavese offre agli studenti una laurea in Scienze dei Beni Culturali, dando la possibilità di scegliere tra tre percorsi diversi: Archeologico, Archivistico-librario e Storico-artistico. Quest'ultimo intende fornire nozioni artistiche, architettoniche e storiche, coniugandole con la museologia, la storiografia, la sociologia e le lingue straniere.

 
Università Ca' Foscari di Venezia
Guadagna il quinto posto l'ateneo cafoscarino, con punteggio generale di 96. Il risultato della progressione di carriera è tra i più alti - ben 110 punti! - mentre di minor rilevanza risultano i rapporti internazionali (82). L'UniVe offre quattro percorsi all'interno del Dipartimento di Beni Culturali: Archeologia, Economia dei Beni Culturali, Tecniche Artistiche e dello Spettacolo, Storico-artistico. Quest'ultimo fornisce allo studente un'ampia panoramica sulla Storia dell'Arte e anche sulla Critica. E' importante notare che l'ateneo veneziano è l'unico che, a livello statale, offre una laurea triennale in Economia e Gestione dei Beni Culturali.

 
Roma 22 marzo 2018
Giulia Pianelli