La I^ edizione del Premio Arti Visive Contemporanee “Art-e”nell’anno 2016

di
Marta ROSSETTI

Si sono svolte il mese scorso a Veroli, in provincia di Frosinone, le attività del Premio Arti Visive Contemporanee “Art-e”, premio organizzato dall’Accademia delle Arti con la direzione artistica di Luciano Costantini e con il contributo scientifico di Francesco Giulio Farachi, Massimo Rossi Ruben e Viviana Vannucci, nonchè con il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Veroli e in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Frosinone diretta da Luigi Fiorletta.

 
Il Premio “Art-e” nasce con l’intento di fornire occasione di scambio formativo e di pubblica riconoscibilità a personalità artistiche nel campo della pittura, della scultura/istallazione e della fotografia – queste le tre sezioni caratterizzanti il premio - dando altresì vivacità culturale alla cittadina che accoglie la rassegna, Veroli.
 
Ventisette i partecipanti al concorso (Raffaele Battista, Anna Maria Berlingerio, Barbara Bertoncelli, Luigi Bracaglia Morante, Giovanni Calabrese, Roberto Castellucci, Luca Ciaccia, Gabriella Cusani, Elena Dandini, Clara De Santis, Giovannino Di Rosa, Sabrina Faustini, Mario Ferraro, Giuliana Fusari, Angelo Giordano, Massimo Giorgi, Maurizio Iazeolla, Barbara Legnazzi, Simona Liberati, Massimiliano Mascolini, Salvatore Morgante, Giuseppe Oliva, Aldo Palma, Leonardo Pappone, Josefina Temin, Luisa Valeriani, Paola Vincenti), sette i partecipanti ospiti (Gianluigi Baldassarra, Ivana Barscigliè, Luigi Centra, Monica Pavia-Elio Volpari, Cesare Pigliacelli, Gennaro Vallifuoco) e ventiquattro i partecipanti ospiti iscritti all’Accademia di Belle Arti di Frosinone (Mattia Abballe, Elisa Allegretti, Marta Aucone, Francesco Borrelli, Marta Campioni, Alessandra Cilino, Gabriele Cippitelli-Iacopo Spaziani, Sara Ciuffetta, Shana Conflitti, Irene D’Itri, Martina Fanfarillo, Giovanna Fiacco, Marco Fratarcangeli, Simona Sofica Giovannone, Annamaria Iaboni, Emanuela Moretti, Roberta Pantone, Beatrice Quattrociocchi, Maria Raponi, Silvia Ricci, Luca Spatola, Veronica Trombetta, Marianna Zenga).
 
La giuria, presieduta da Claudio Strinati e composta da Francesco Giulio Farachi, Luigi Fiorletta, Augusto Ozzella, Massimo Rossi Ruben, Roberta Sole e Viviana Vannucci, ha proclamato vincitori del Premio “Art-e” per l’edizione dell’anno in corso Angelo Giordano (Napoli, 1989) con “Diavolo metropolitano” (carboncino e olio su carta incollata su tela, 120 x 90 cm, 2016) per la sezione pittura, Massimo Giorgi (Frosinone, 1976) con “Avvolgenze” (acciaio, carta, collage e abrasioni, 140 x 40 x 25 cm, 2015) per quella di scultura/istallazione e Raffaele Battista (Lucera, 1961) con “Sogno d’inverno” (stampa fine art su carta – tecnica ICM, 42 x 63 cm, 2014) per quella di fotografia.
A Giovanna Fiacco con “Ricoprire” e “Senza titolo”, Marco Fratarcangeli con “Sfu”, Roberta Pantone con “Senza titolo” (opere grafiche; sezione pittura) e ad Emanuela Moretti con “Piume”, Beatrice Quattrociocchi con “Cubo di Rubik”, Iacopo Spaziani e Gabriele Cippitelli con “Rinascita” (sezione scultura/istallazione) è andata la menzione speciale per la sezione ospiti dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone.
 
Ai primi classificati di ciascuna sezione artistica spetta un saggio critico dedicato pubblicato nel catalogo generale del Premio “Art-e” e la possibilità di partecipare a quattro “tri-personali” in spazi espositivi di Milano, Roma, Benevento e Cava de’ Tirreni (con relativo saggio critico nel catalogo delle mostre). Ai secondi, terzi, quarti e quinti classificati di ogni sezione artistica spetta, invece, la partecipazione ad una collettiva presso uno spazio espositivo di Benevento con un catalogo critico dedicato.

Le opere dei partecipanti al concorso sono state esposte dal 18 al 20 novembre presso l’ex Convento dei Padri Agostiniani, il SEAC – Spazio Espositivo Arte Contemporanea e la Galleria della Catena di Veroli. Nelle tre giornate, inoltre, si sono succeduti spettacoli di musica, l’esibizione cantata di Orietta Manente accompagnata al pianoforte da Mirco Roverelli, e di parole, l’intervento recitato di Nicola Masotti (voce), Cesare Marinacci (pianoforte) e Monia Lauroni (testi) presso l’Hotel Relais Filonardi della stessa cittadina ernica, nonché la mostra personale “100 Opere per Save the Children” di Luciano Costantini e il seminario “Arte contemporanea: un flusso energetico vitale” (conferenzieri: Roberto Castellucci, Francesco Giulio Farachi, Massimo Rossi Ruben, Viviana Vannucci).
 di
Marta ROSSETTI
 
Didascalie delle Figure
 
Angelo Giordano
, Diavolo metropolitano, carboncino e olio su carta incollata su tela, 120 x 90 cm, 2016.
 Massimo Giorgi, Avvolgenze, acciaio, carta, collage e abrasioni, 140 x 40 x 25 cm, 2015.
 Raffaele Battista, Sogno d’inverno, stampa fine art su carta, tecnica ICM, 42 x 63 cm, 2014

Torna alla lista        Stampa