Jackson Pollock The Blue Unconscious Sotheby's New York

Jackson_Pollock_The_Blue_Unconscious_1946Dopo aver realizzato nel novembre scorso il record all’asta per un’opera di Jackson Pollock con Number 4, 1951 (venduto a poco più di 40 milioni di dollari, con una stima di catalogo di $ 25/35 milioni, fig. 2), alla prossima Contemporary Art Evening Sale, il 14 Maggio 2013, Sotheby’s New York metterà all’incanto The Blue Unconscious, un altro dipinto di grande importanza di Pollock, con la stima di 20/30 milioni di dollari (fig. 1).


Si tratta di una tela di dimensioni monumentali (cm 213 x 142) dipinta nel 1946, periodo immediatamente precedente sia alla consacrazione planetaria dell’artista sia alla sperimentazione tecnica ed espressiva per la quale Pollock sarebbe diventato soprattutto celebre: la drip painting, con lo sgocciolamento dei colori direttamente sulla tela.

Jackson_Pollock_Number_4_1951The Blue Unconscious fa parte della prima serie di dipinti che Pollock eseguì nel fienile adibito a studio presso la sua casa di Long Island, dove, grazie a un prestito di Peggy Guggenheim, si era appena trasferito con la moglie pittrice Lee Krasner per sottrarsi al mondo dell’arte newyorkese.
La tela fece dapprima parte della celebre collezione del belga Philippe Dotremont. È apparsa l’ultima volta in asta da Parke-Bernet a New York nel 1965 e da allora è sempre rimasta nelle mani dello stesso proprietario.
                                                                                       (Lu.Bo., 01/04/2013)
 

Torna alla lista        Stampa